Anzio, rapinano auto e vengono rintracciati tramite il sistema geolocalizzazione. Due arrestati

Ieri mattina poco prima delle 10 due persone, a bordo di una utilitaria bianca, hanno avvicinato un altro automobilista fermo in sosta, il passeggero è sceso dall’auto come per chiedere un’informazione e, appena l’uomo a bordo ha abbassato il...

Ieri mattina poco prima delle 10 due persone, a bordo di una utilitaria bianca, hanno avvicinato un altro automobilista fermo in sosta, il passeggero è sceso dall’auto come per chiedere un’informazione e, appena l’uomo a bordo ha abbassato il finestrino, gli ha puntato una pistola in bocca, l’ha fatto scendere ed è scappato via con la macchina.

La vittima della rapina ha immediatamente avvisato la Polizia di Stato, sul posto sono arrivati due equipaggi del commissariato di Anzio-Nettuno, diretto dal dott. Antongiulio Cassandra, che hanno ascoltato il racconto dell’uomo per avere più informazioni possibili per la ricerca dei malviventi.

Nel frattempo la vittima è andata in commissariato a fare denuncia e qui, con l’aiuto di un amico, ha attivato l’apposita applicazione sul suo tablet per localizzarlo.

I poliziotti si sono messi alla ricerca dei rapinatori che, evidentemente, visti i continui spostamenti dell’apparecchio seguito, stavano continuando a girare in auto.

Dopo un po’ gli agenti hanno individuato l’auto dei malviventi e li hanno bloccati.

A bordo hanno trovato il tablet della vittima, mentre le successive immediate ricerche non hanno consentito di recuperare l’autovettura.

I due 36enni, uno cittadino albanese e l’altro bulgaro, sono stati arrestati con l’accusa di rapina aggravata in concorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proseguono le indagini per ritrovare il resto della refurtiva e l’arma usata dai due.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento