Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Area Lepina, Talone-Scursatone-Ferretti: “Un condono fiscale per far ripartire l’Italia ed i consumi”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: I cittadini Italiani non dispongo del denaro richiesto, moltissimi hanno perso il lavoro, spesso ci sono figli a carico,  il mutuo da pagare, bollette luce e gas, assicurazioni  bollo auto e solo una parte di quello che i...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: I cittadini Italiani non dispongo del denaro richiesto, moltissimi hanno perso il lavoro, spesso ci sono figli a carico, il mutuo da pagare, bollette luce e gas, assicurazioni bollo auto e solo una parte di quello che i cittadini pagano. Se le cartelle non vengono onorate alla scadenza, l'importo dovuto inizia a lievitare e partono i pignoramenti.

La domanda che i cittadini dovrebbero porsi è: perché solo le banche e le grandi aziende possono trovare dei punti d'incontro e di dialogo con l'Agenzia delle Entrate!!!

Occorrerebbe un provvedimento speciale - si legge in una nota dei consiglieri comunali dell'area lepina Loris Talone (Artena), Giordano Scursatone (Montelanico) e Cesare Ferretti (Segni) - che consentisse agli italiani di riprendere fiducia e di rinvestire il proprio denaro nell'economia e non per il pagamento d'interessi a tassi usurari.

Quello che servirebbe è un provvedimento che permettesse a tutti i cittadini di pagare una somma, in percentuale del proprio dovuto, tendendo conto del suo status d'impiegato, artigiano disoccupato etc. che agisca come condono tombale in modo da sanare la sua posizione davanti al fisco.

Questo provvedimento gioverebbe a tutti: ai cittadini, perché ricomincerebbero a vivere che potrebbero utilizzare il proprio denaro reinvestendolo proprio nella nostra economia stagnante che ricomincerebbe a girare per via del meccanismo del moltiplicatore. Avrà da guadagnare anche lo Stato, perché avrà denaro immediatamente disponibile, perché senza anticipare denaro di cassa vedrà un fiume di denaro immediatamente rimesso nell'economia; incasserebbe molto di più di quanto non faccia finora con la politica della pistola puntata contro la tempie del contribuente, e forse otterrebbe anche più denaro perché anche chi non ha pendenze con il fisco preferirebbe mettere una mano al portafogli piuttosto che trovarsi delle contestazioni in futuro.

Qualcuno tra i parlamentari ha proposto una moratoria, ma questa non risolverebbe nulla perché sposterebbe il problema in avanti di qualche mese e le previsioni di crescita per i prossimi anni non sono comunque buone.

Il condono, invece, dovrebbe essere un provvedimento esteso in modo massiccio a tutti i cittadini in età contributiva, con particolare attenzione alle piccole imprese e agli artigiani.

Questa proposta non deve essere considerata per nulla balzana o immorale, perché andrebbe nell'interesse di tutti i cittadini e non dei soliti furboni come le grandi aziende o i furboni di turno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area Lepina, Talone-Scursatone-Ferretti: “Un condono fiscale per far ripartire l’Italia ed i consumi”

FrosinoneToday è in caricamento