Artena, tentata rapina all’Unicredit. Legati e minacciati i presenti

Grande spavento lo scorso pomeriggio ad Artena presso la Banca Unicredit. Infatti intorno alle ore 16,30 circa del pomeriggio  un uomo si aggirava con fare sospetto nelle vicinanze della Banca.

Grande spavento lo scorso pomeriggio ad Artena presso la Banca Unicredit. Infatti intorno alle ore 16,30 circa del pomeriggio un uomo si aggirava con fare sospetto nelle vicinanze della Banca.

Improvvisamente il losco individuo è entrato nell’istituto di credito, da solo, senza l’apparente ausilio di nessun complice, minacciando verbalmente gli impiegati, facendoli alzare e chiudendoli tutti in uno stanzino. Il rapinatore non ha usato solo le parole per spaventare gli impiegati ma anche una pistola che agitava tra le sue mani, probabilmente, almeno questo emerge dai primi accertamenti delle forze dell’ordine, si potrebbe trattare di un’arma giocattolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fortunatamente non ci sono state vittime o feriti e la sorte ha voluto, o era davvero inizialmente già così previsto, che il delinquente entrasse in azione proprio nell’orario di chiusura e quindi in banca erano presenti solo pochi dipendenti. Gli stessi sono stati ‘ammanettati’ con l’ausilio di fascette di plastica, di quelle che usano gli elettricisti. Il tutto è durato soltanto pochi minuti perché il sospettato si è quasi nell’immediatezza reso conto che non sarebbe riuscito nel suo intento di rubare i soldi in cassaforte poiché la stessa era, ovviamente, temporizzata e quindi si è dato velocemente alla fuga. Solo grande paura tra i dipendenti, niente bottino e nulla di fatto per il rapinatore ‘improvvisato’. Sono tempestivamente intervenuti sul posto sia i Carabinieri di Artena che i Carabinieri del nucleo NORM di Colleferro che stanno, ad oggi, non soltanto facendo le dovute indagini sul caso ma soprattutto stanno studiando le immagini delle telecamere interne a circuito chiuso poste all’interno dei locali della banca per identificare il colpevole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento