rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
L'indagine

Cassino, assolti l'ex vice sindaco Palombo e il funzionario dei Servizi Sociali, Matera

Entrambi coinvolti nell'inchiesta Format avevano chiesto ed ottenuto il rito abbreviato. Il Gup del tribunale di Cassino ha prosciolto entrambi dall'accusa di turbata libertà nella scelta del contraente

L'ex vice sindaco di Cassino, Carmelo Palombo e il funzionario dei Servizi Sociali, Aldo Pasqualino Matera, sono stati prosciolti dal Gup del tribunale di Cassino. L'ex componente della Giunta D'Alessandro e il responsabile del terzo settore erano finiti sotto indagine da parte della Procura nell'ambito dell'inchiesta Format che proprio qualche giorno fa ha visto finire sotto processo l'ex assessore al Servizi Sociali, Benedetto Leone, la collaboratrice Sara D'Aliesio, gli due imprenditori Valente e Golino e l'ex segretario comunale al comune di Cassino, Norcia.

Tutto nasce dalla realizzazione del progetto del comune di Cassino “Città femminile, comunità plurale”, oggetto di un finanziamento da circa 50 mila euro da parte della Regione Lazio. "Gli imprenditori coinvolti, grazie alla complicità dei funzionari pubblici, riuscivano ad aggiudicarsi l’appalto per la realizzazione del progetto, poiché la loro impresa era in possesso di quei requisiti minimi richiesti nel bando, marcatamente delineati e perfettamente coincidenti con quelli dell’impresa da favorire, ed altrettanto vincolanti per le altre, tanto che gli unici a rispondere alla gara d’appalto sono stati gli indagati - scrive la Polizia nel comunicato stampa diramato all'epoca -. E’ stato inoltre accertato nel corso dell’indagine che i coniugi responsabili della società aggiudicataria, nell’ambito della rendicontazione delle spese in apparenza sostenute nell’attuazione del progetto hanno attestato l’espletamento di attività e prestazioni mai eseguite per un importo complessivo di 10.215 euro, con un danno patrimoniale anche per il comune di Cassino, ente cofinanziatore".

Carmelo Palombo e Aldo Pasqualino Matera avevano scelto, contrariamente agli altri indagati, il rito abbreviato. Il pubblico ministero Alfredo Mattei, a conclusione della requisitoria aveva chiesto per entrambi una condanna poco meno di un anno di reclusione per entrambi. Il Giudice per le Udienze Preliminari ha invece accolto a tesi difensiva dell'avvocato Vincenzo Marrone ed ha prosciolto entrambi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, assolti l'ex vice sindaco Palombo e il funzionario dei Servizi Sociali, Matera

FrosinoneToday è in caricamento