Ausonia, scoperti e denunciati 6 “vampiri” di acqua dalla rete pubblica

I componenti di due diverse famiglie avevano utilizzato uno stratagemma che non è servito

Ad  Ausonia i carabinieri della locale Stazione hanno denunciato  sei persone del luogo, incensurate (un 64enne, un 63enne, una 59enne, un 52enne, un 46enne, e un 24 enne), poiché ritenute responsabili di “furto aggravato in concorso tra loro”.

Gli accertamenti

Gli accertamenti svolti daimilitari, coadiuvati da personale della Società “Acea Ato 5”, hanno permesso di verificare che gli stessi appartenenti a due diversi nuclei familiari, sottraevano abusivamente l’acqua dalla rete pubblica mediante l’installazione di un raccordo in luogo del contatore e, nel secondo caso, manomettendo il contatore previa rimozione dei sigilli apposti precedentemente per morosità. Tale operazione fraudolenta aveva consentito loro di beneficiare gratuitamente del servizio pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento