rotate-mobile
Il dramma / Sant'Elia Fiumerapido

Avvocato e sindaco aggredito a calci e pugni

Vittima del gravissimo episodio è stato Roberto Angelosanto, professionista e primo cittadino di Sant'Elia

Pugni sul viso e calci al torace. È stato aggredito così, questa mattina a Cassino, da un uomo, Roberto Angelosanto, avvocato e Sindaco di Sant’Elia Fiumerapido, nonché fratello del generale dei carabinieri e ex Comandante del Ros, Pasquale Angelosanto.

L’episodio è avvenuto in pieno centro, all’esterno di un bar dove Angelosanto stava facendo colazione. I motivi dell’aggressione sono al momento sconosciuti. A bloccare l’uomo alcuni presenti che hanno allertato l’Ares 118 e i carabinieri della Norm della compagnia di Cassino.

Roberto Angelosanto è stato quindi trasferito al pronto soccorso del ‘Santa scolastica’ dove i medici hanno diagnosticato un trauma facciale e due costole rotte. Solidarietà al professionista è stata espressa dal presidente dell'Ordine Forense, l'avvocato Giuseppe Di Mascio: "Non è la prima volta che accadono situazioni del genere. Massima solidarietà all'avvocato Angelosanto che ha solo attuato il sacrosanto diritto alla difesa del suo cliente, prerogativa costituzionalmente riconosciuta. Metteremo in atto tutte le azioni volte a tutelare il collega e saremo parte civile in giudizio".

"L’amico e collega Roberto Angelosanto, sindaco di Sant’Elia Fiumerapido e stimato avvocato, questa mattina è rimasto vittima di una vile aggressione - dichiara il sindaco di Villa Santa Lucia, Orazio Capraro -. E’ stato colpito a pugni e calci da un uomo che ha continuato a infierire su Roberto anche quando lo stesso era a terra. Un gesto gravissimo che va stigmatizzato. Quanto accaduto è la dimostrazione di come al giorno d’oggi sia difficile svolgere una libera professione. A Roberto, amico e uomo di grande educazione, esterno tutta la mia solidarietà e il mio affetto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvocato e sindaco aggredito a calci e pugni

FrosinoneToday è in caricamento