menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Belmonte Castello, il gup proscioglie il sindaco dopo la morte accidentale di un uomo

Antonio Iannetta, era finito sotto indagine, a seguito della caduta dal balcone di una struttura sanitaria di un degente. Era stato indagato per violazione dei doveri di vigilanza

E' stato prosciolto dall'accusa di 'violazione dei doveri di vigilanza', in sintesi, come titolare, avrebbe avuto la responsabilità di controllare se la struttura sanitaria di Belmonte Castello venissero applicate le regole di sorveglianza. Ieri mattina il Gup del tribunale di Cassino ha prosciolto il sindaco di Belmonte Castello Antonio Iannetta finito sotto inchiesta dopo che un paziente ricoverato nella sua struttura sanitaria era deceduto cadendo da una finestra del terzo piano.

Indagato per colposa violazione dei doveri di vigilanza

Era stato indagato per colposa violazione dei doveri di vigilanza. Assistito dall’avvocato Sandro Salera ha dimostrato la sua innocenza per l’assenza del nesso di causalità tra la morte del paziente e la violazione delle norme di comportamento dei responsabili della struttura. Il Giudice delle indagini preliminari, accogliendo la tesi difensiva dello studio Salera ha archiviato il procedimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento