Non paga gli alimenti ai figli, fabbro 45 enne condannato a tre anni di reclusione più una provvisionale di 25mila euro

L'uomo residente a Boville Ernica si era separato dalla moglie ed aveva iniziato a non pagare più nulla. La donna era rimasta completamente a secco e si era rivolta allo sportello antiviolenza

La storia che ha coinvolto l’artigiano risale ad alcuni anni fa, quando la moglie, una casalinga di 42 anni, stanca di sopportare quel marito violento e prevaricatore, aveva deciso di chiedere la separazione. Ma a quel punto l'uomo aveva cominciato a disinteressarsi dei figli ed a non rispettate quanto disposto dal giudice in sede di separazione.  

Senza soldi per pagare le bollette

La signora si era ritrovata, dunque, nell'impossibilità di pagare persino le bollette. Così si era rivolta allo Sportello Antiviolenza del Comune di Frosinone per intraprendere una  battaglia legale nei confronti del marito.  Una  battaglia che ha portato avanti l'avvocato Sonia Sirizzotti legale dello sportello.

Un comportamento superficiale

Il comportamento così superficiale ed indolente nei confronti dei figli ha indotto il giudice a pronunciarsi per la condanna. "Purtroppo - ha dichiarato l'avvocato Sirizzotti -  dietro a processi del genere c’è la povertà vera. Ci sono uomini poi che nonostante le condanne trovano sempre degli escamotage per non pagare gli alimenti. E questo a discapito non solo di tante donne ma degli stessi figli". Il legale auspica pene sempre più severe riguardo a questo tipo di problematica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento