Boville Ernica, Damiano morto in auto per un colpo di fucile

Il 30enne trovato privo di vita in via Nettuno, in contrada Serola, era un operaio metalmeccanico ed era uscito di casa ieri mattina per recarsi al lavoro. Ma da quel momento i suoi familiari non lo hanno più rivisto

Si chiamava Damiano Fabrizi ed aveva trenta anni il giovane trovato ieri sera privo di vita all'interno della sua auto. La morte è sopraggiunta con tutta probabilità a causa di un colpo di fucile. Quell'arma detenuta regolarmente dal padre cacciatore e che ieri l'operaio aveva portato con sè nell'auto. Tutto lascia supporre che si sia trattato di un insano gesto. Ma a tutt'oggi sono ancora sconosciuti i motivi che avrebbero portato il trentenne a mettere fine ai  suoi giorni

Damiano era un ragazzo spensierato

Gli amici che lo conoscevano bene non riescono a darsi pace per questa fine assurda del loro amato Damiano.  "perchè lo hai fatto". Questa la frase ricorrente  scritta  sul suo profilo facebook. Domanda  che purtroppo rimarrà per sempre senza risposta. Dalle informazioni raccolte dai carabinieri intervenuti sul posto il giovane viveva la sua età tranquillmente. Aveva un buon lavoro e non essendo ancora fidanzato, attendeva ancora  di conoscere l'amore con la A maiuscola. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella giornata di domani verrà effettuato l'esame autoptico

Nella  giornata di domani verrà effettuato l'esame autoptico sulla salma. Subito dopo il corpo verrà riconsegnato alla famiglia per celebrare il rito funebre.  "Siamo solo noi che non abbiamo vita regolare ke non ci sappiamo limitare", questa la scritta su un muro che è diventato l'ultimo messaggio postato da Damiano sulla sua pagina social. Accanto a quella frase due manine che salutano.  Una frase che forse racchiudeva quelle che sarebbero poi state le sue intenzioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento