menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla “rossa” Monte San Giovanni all’arancione Boville per giocare a calcetto. Multati dieci adolescenti

Una partita che non si sarebbe dovuta mai fare e che è diventata un caso di cronaca dopo l’intervento dei carabinieri

Quando la passione per il calcio va contro il rispetto delle leggi. Una partita tra un gruppetto di adolescenti è diventata un caso di cronaca dopo l’intervento dei carabinieri che li hanno multati. Il tutto è avvenuto a Boville Ernica in piena zona arancione cosi come tutta la provincia di Frosinone, qui i militari della locale Stazione nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato al rispetto delle norme di contenimento del covid-19, hanno sanzionato amministrativamente 10 ragazzi di età compresa tra i 14 ed i 15 anni, per violazioni dell’ art. 4 del D.L. n. 19/2020.

In particolare, come detto, i giovani sono stati sorpresi all’interno di campo di calcetto aperto al pubblico alla periferia di Boville Ernica, intenti a disputare un incontro di calcetto in violazione a quanto previsto dal DPCM circa il divieto di disputare incontri sportivi di squadra a livello amatoriale.

Alcuni dei minori, oltretutto, provenivano dai vicini comuni di Ripi e Monte San Giovanni Campano, quest’ultimo soggetto alle restrizioni della “zona rossa”, motivo per il quale sono stati anche sanzionati per essersi allontanati senza giustificato motivo da un Comune superiore ai 5.000 abitanti in “zona arancione” ed i secondi per essersi allontanati da un Comune in “zona rossa”. Dopo le formalità di rito i minori sono stati affidati ai propri genitori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento