Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Cassinate, attimi di panico in una casa. 28 enne aggredisce i genitori e lancia pesanti vasi ai carabinieri

Due militari sono rimasti feriti e sono finiti al pronto soccorso dell’ospedale di Cassino

Nottata di paura ed ansia nel sud della provincia di Frosinone dove un giovane, di appena 28 anni, ha dato in escandescenza aggredendo prima i genitori e poi i carabinieri lanciato vasi pieni di terra e fiori e prendendoli a calci. Il tutto è avvenuto ad Arce ed ad intervenire sono stati i militari della stazione di Ceprano ed i colleghi di Ripi.

La richiesta d’intervento

Vediamo nel dettaglio cosa è successo: il padre del ragazzo aveva chiesto l’intervento dei Carabinieri poiché era stato vittima di un’aggressione da parte del figlio in stato di alterazione psicofisica. Giunti sul posto i militari hanno tentato invano di calmare il ragazzo, ma lo stesso alla loro vista si scagliava contro la loro auto pesanti vasi pieni di terra e poi colpendo i due Carabinieri con calci e pugni. Grazie anche al supporto dei colleghi della Stazione Ripi, il ragazzo è stato bloccato e riportato alla calma.

L’uomo è stato quindi arrestato ed ora dovrà rispondere di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, minaccia; danneggiamento; lesioni ed ingiuria. Al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’A.G., l’arrestato è stato posto agli arresti domiciliari, mentre i due Carabinieri, sottoposti alle cure del caso presso il Pronto Soccorso di Cassino per le contusioni riportate, sono stati giudicati guaribili in pochi giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassinate, attimi di panico in una casa. 28 enne aggredisce i genitori e lancia pesanti vasi ai carabinieri

FrosinoneToday è in caricamento