Cassinate, brucia sterpaglie e provoca un vasto incendio, agricoltore denunciato

Il fatto è accaduto a Sant'Apollinare e l'uomo è stato identificato dai Carabinieri Forestali intervenuti sul posto insieme ai Vigili del Fuoco

Foto di archivio

Brucia le sterpaglie e provoca un incendio. Un agricoltere residente a Sant'Apollinare è stato denunciato dalla Stazione Carabinieri Forestale di Cassino, chiamati ad  intervenire per un incendio sviluppatosi su terreni coperti da sterpaglia e vegetazione incolta. I militari nell’immediatezza del rogo sono riusciti ad individuarne il presunto responsabile, un uomo che, mentre bruciava delle sterpaglie si è visto sfuggire il controllo delle fiamme che si propagavano su una superficie  di circa 3.000 metri quadrati.

Denuncia e multa

L’incendio veniva spento prontamente dai Vigili del Fuoco e dalle squadre della Protezione Civile intervenute sul posto. Per la condotta irresponsabile l'uomo è stato denunciato per il reato di incendio  colposo e multato per aver acceso un fuoco in periodo di divieto assoluto ed a meno di 100 metri da un bosco che, fortunatamente, non è stato raggiunto dal rogo. 
Con l’occasione si vuol ricordare, ancora una volta, che nel periodo di massimo rischio incendi,  ossia dal 15 giugno al 30 settembre, è fatto divieto assoluto di bruciare qualsiasi tipo di materiale  vegetale. I trasgressori, oltre al rischio di causare incendi, sono soggetti alle sanzioni penali ed  amministrative previste dalla legge. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Tentato omicidio in viale Mazzini, ecco cosa c'è dietro la tragedia di ieri notte

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento