Cronaca

Cassinate, rifiuti pericolosi gestiti in maniera illecita, chiusa un’officina meccanica

Il 47enne, titolare dell’attività commerciale è stato anche denunciato dai carabinieri

La caserma dei carabinieri di Arce

Una gestione dei rifiuti pericolosi a dir poco sconcertante è quella che hanno scoperto, nelle ore scorse, i Carabinieri della Stazione di Arce e che ha portato al deferimento in stato di libertà per il reato di attività di gestione di rifiuti pericolosi non autorizzata un 47enne del luogo incensurato.

I militari, insieme a quelli della Stazione Carabinieri Forestale di Cassino, intervenuti nel paese a sud della provincia di Frosinone, presso un’officina meccanica gestita dal 47enne, hanno accertato una gestione illecita di rifiuti di tipo pericolosi e stoccaggio degli stessi, rinvenuti accantonati in un’area non idonea e la mancanza dei titoli autorizzativi per lo scarico delle acque reflue industriali e dell’impianto di convogliamento delle acque meteoriche.

L’attività commerciale è stata sottoposta a sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassinate, rifiuti pericolosi gestiti in maniera illecita, chiusa un’officina meccanica

FrosinoneToday è in caricamento