menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cassinate, abbigliamento hot in zona rossa. Multato un negoziate

A Sora soprese 8 persone in transito da un altro comune limitrofo, sanzionate dai carabinieri

Ancora troppe le persone che non rispettano le normative anti covid-19 nel cassinate e nel sud della provincia di Frosinone. I militari della Stazione di Acquafondata, infatti, hanno sanzionato 4 persone, di cui tre del luogo e una residente in un Comune diverso, intente a consumare cibi e bevande nei pressi di una gelateria. A carico del soggetto non residente è stata altresì contestata la violazione amministrativa per il mancato rispetto del divieto di spostamento in un Comune diverso da quello di residenza.

All'interno del parcheggio dell'Ospedale "Santa Scolastica" sono stati controllati 2 uomini residenti nella provincia di Napoli, entrambi già 'censiti per reati contro il patrimonio, che si aggiravano tra i veicoli in sosta con fare sospetto. Poiché gli stessi non fornivano una valida motivazione circa la loro presenza in questo centro, e sono stati sanzionati amministrativamente per la violazione di cui al Dpcm in vigore, in quanto hanno violato il divieto di spostamento tra le regioni, nonché venivano proposti per il provvedimento di rimpatrio con F.V.O. dal comune di Cassino per la durata di anni tre.

È stata, altresì, elevata una sanzione amministrativa nei confronti di un noto esercizio commerciale di abbigliamento e intimo poiché vendeva capi di abbigliamento femminile del tipo non consentito nelle "aree rosse".

Inoltre, sono stati controllati e sanzionati amministrativamente rispettivamente un 20 enne ed un 22enne del posto, i quali non sono stati in grado di fornire giustificazioni circa la loro presenza in auto nel citato centro in disattesa al Dpcm in vigore. Gli stessi, inoltre, a seguito di perquisizione personale e veicolare, sono stati trovati in possesso di grammi 0,661 di hashish e pertanto segnalati alla Prefettura di Frosinone perché assuntori di sostanza stupefacente. I militari della locale Stazione hanno elevato sanzione amministrativa nei confronti di 3 persone residenti in Comuni diversi per l’inosservanza del divieto  di  spostamento se non per comprovate esigenze. Uno di essi è stato sorpreso altresì a consumare una bevanda nei presso di una gelateria del luogo.

A Ceprano i carabinieri hanno sorpreso una 23enne rumena, domiciliata presso un campo nomadi di Roma, con numerosissimi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e la persona, mentre si aggirava in quel centro, alla quale veniva altresì notificato l’avvio del procedimento amministrativo per il Foglio di Via Obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Ceprano per anni tre.

Inoltre, sono stati identificati 2 coniugi provenienti dal comune di Pontecorvo, anch’essi con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e la persona, che litigavano all’esterno di un’abitazione di un parente lì residente.

A San Giorgio a Liri i militari hanno sanzionato amministrativamente il titolare di un bar e 2 clienti sorpresi a mangiare all’interno, violando le recenti disposizioni

Ad Arce i militari della locale Stazione hanno elevato una sanzione amministrativa a carico del gestore di un bar del luogo, e di un cliente, per aver violato le vigenti disposizioni in materia di contenimento del contagio da Covid – 19. Nel corso del controllo l’avventore era intento a consumare un bevanda somministrata dal barista fuori dall’orario previsto, appena fuori del locale. Al titolare del locale, oltre alla prevista sanzione amministrativa è stato notificato l’obbligo di chiusura per 5 giorni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento