rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Il fatto / Cassino

Rubata la scultura in 3D dell'anfiteatro romano: i ladri prendono a calci la storia

Il plastico, esposto nell'info point urbano installato dalla Regione Lazio tra piazza Labriola e corso della Repubblica a Casisno, quasi certamente trafugato nella notte tra domenica e lunedì

La scultura in Tre D installata mesi fa all'interno dell'info point urbano in Corso della Repubblica a Cassino è stata rubata. Mani ignote (neanche tanto visto che la zona è videosorvegliata) hanno così portato via la miniatura dell'anfiteatro romano situato nella zona archeologica di Cassino, alle pendini dell'abbazia di Montecassino, e di immenso valore storico e culturale. 

ll museo su strada da mesi consente di conoscere e assistere alla nuova narrazione dello spirito autentico dei luoghi cassinati e cassinesi grazie al lavoro del  “laboratorio Errante di Pace e Storia" che ha contribuito a rendere più significative ed efficaci le relazioni tra ‘Sistema Cultura’ e ‘Sistema Impresa”, con iniziative dirette alla conoscenza integrata ed alla narrazione del nostro patrimonio storico, culturale ed paesaggistico. Parte fondamentale del progetto è lo studio ricostruttivo dell’Anfiteatro di Casinum (che oggi è stato portato via) e che è stato effettuato, dalla Società Domenica Beni Culturali con la direzione e supervisione di Dante Sacco e la consulenza di Antonio Leopardi, Elio Bianchi e Luciano Pugliese.

"Tale intervento ha avuto lo scopo di restituire un modello tridimensionale del monumento romano che potesse consentire una più chiara comprensione delle evidenze archeologiche mediante la realizzazione di materiale multimediale. L’analisi tecnica in ambiente di modellazione tridimensionale ha consentito di integrare i resti del monumento pervenendo ad una visione quanto più completa possibile dell’edificio il cui rinnovamento le fonti attribuiscono al patrocinio di Ummidia Quadratilla - hanno spiegato gli ideatori nel corso della presentazione del progetto -. Attraverso un processo di riesame delle evidenze archeologiche e della considerevole documentazione d’archivio, soprattutto grafica e fotografica, l’analisi ha puntato a comprendere l’articolazione architettonica del monumento e a restituirne un’immagine quanto più verosimile possibile".

Insomma un vero e proprio percorso virtuale che ha consentito anche alle nuove generazioni di poter ammirare quella che è stata la storia di una città antica come Cassino

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubata la scultura in 3D dell'anfiteatro romano: i ladri prendono a calci la storia

FrosinoneToday è in caricamento