menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cassino, arrestati tre rapinatori riconosciuti grazie alla loro inflessione dialettale

Non solo il loro modo di parlare ma anche lo studio del loro modus operandi che consisteva nel mostrare alla vittima - senza tirarla fuori dalla cintola dei pantaloni - una pistola semiautomatica ha contribuito alla cattura

Ieri a San Vittore del Lazio i militari della Stazione Carabinieri di Cervaro mentre si accingevano ad effettuare una notifica di un Ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dall’Ufficio Esecuzione Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino, hanno arrestato D. S., 33enne del luogo, già censito per i reati di rapina, estorsione, porto illegale di armi e sequestro di persona, e per questo condannato ad espiare anni 2, mesi 4 e giorni 26 di reclusione per i citati reati, commessi sempre a  San Vittore del Lazio il 6 ottobre 2017 e 29 novembre 2017, Cervaro il 29 settembre 2017, Spigno Saturnia (LT) il 30 settembre 2017 e Pontecorvo il 14 febbraio 2018.

Conestualmente il soggetto assieme ad altri due complici, è stato identificato nekl’indagine condotta dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cassino “R6”. I tre infatti furono sottoposti a fermo di indiziato di delitto il 19 aprile 2018 per interrompere le incessanti scorribande che stavano commettendo in tutto il basso Lazio. I rapinatori, colpivano attività commerciali, in serata, in orario di chiusura e prevalentemente distributori di carburanti. Altra particolarità che legava tra loro i delitti era l’inflessione dialettale con cui si esprimevano, ossia con "accento locale ovvero alto casertano-basso Lazio", nonché il modus operandi, "il soggetto che eseguiva materialmente la rapina mostrava alla vittima - senza tirarla fuori dalla cintola dei pantaloni - una pistola semiautomatica, di colore scuro, simile a quella in uso alle Forze dell’Ordine».

Al termine delle formalità di rito, l’uomo dopo l'arresto è stato condotto resso la Casa Circondariale di Cassino, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento