Cassino, scoperta centrale dello spaccio in casa. Arrestati mamma e due figli a San Bartolomeo

I carabinieri di Cassino coordinati dal capitano Ivan Mastromanno hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare di cui 2 in carcere ed una ai domiciliari

Una centrale dello spaccio in casa. A finire in manette i componenti di un'intera famiglia che vive in viale Sandro Pertini nel quartiere di San Bartolomeo. I carabinieri di Cassino coordinati dal capitano Ivan Mastromanno hanno eseguito tre ordinanze di custodia (foto degli arrestati in basso) di cui 2 in carcere ed una ai domiciliari, nei confronti Di Silvio Antonietta, Alessio Alfredo e Francesca, rispettivamente mamma e figli, resisi responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. Nella loro abitazione vendevano infatti cocaina e marjiuana. Francesca Di Silvio ha ottenuto il beneficio degli arresti domiciliari. Il provvedimento emesso dal GIP del Tribunale di Cassino Montefusco a richiesta del Pubblico Ministero, Dott. Roberto Bulgarini Nomi nei confronti delle tre persone che sono accusate di spaccio continuato ed aggravato di sostanze stupefacenti, del tipo cocaina e marijuana.

La casa Ater centro dello spaccio

I tre avevano adibito l’abitazione, un appartamento ATER loro assegnato, ubicato in quel centro, ad un vero e proprio minimarket della droga, ove i clienti si recavano a qualsiasi ora del giorno e senza alcun preventivo accordo, sicuri di ricevere lo stupefacente per il proprio fabbisogno personale. Nello specifico, i militari operanti, a mezzo delle risultanze investigative svolte, condivise a pieno dal G.I.P. ed avallate dal Pubblico Ministero procedente, hanno interrotto un fiorente traffico di sostanze stupefacenti, accertato nel periodo intercorrente tra marzo e giugno c.a., posto in essere dai tre componenti il nucleo familiare.

Gli appostamenti

Nel corso del tempo i carabinieri hanno raccolto materiale fotografico che immortalava gli acquirenti. Inoltre, i militari hanno in sostanza proceduto al controllo di numerosissimi giovani ed a volte anche persone adulte, che si recavano all’interno dell’abitazione degli arrestati per acquistare lo stupefacente. Le persone intercettate venivano altresì sottoposte a perquisizioni personali, il che consentiva di rinvenire sempre piccole dosi di droga per il loro fabbisogno personale.

I segnalati

Nel corso delle indagini, sono stati segnalati alla Prefettura di Frosinone, quali assuntori di sostanze stupefacenti, complessivamente quattordici tossicodipendenti e/o consumatori abituali e sottoposti a sequestro circa 5 grammi di cocaina e 2 di marijuana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La perquisizione con il cane

Nella mattinata di ogggi è stata eseguita una perquisizione presso il citato domicilio, sede del fiorente spaccio di stupefacenti, al fine di rinvenire ulteriori elementi probatori delle attività illecite già poste in essere dai tre, con esito negativo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento