Cassino, case Ater occupate abusivamente: giro di vite di Carabinieri e Procura

In quattro vengono scoperti e denunciati. Due coppie, entrambe con precedenti per spaccio, avevano preso possesso di appartamenti destinati a cittadini in graduatoria

C'è il sospetto che gli alloggi occupati abusivamente fossero utilizzati anche come luogo di spaccio. I Carabinieri e la Procura di Cassino hanno deciso di passare all'azione e denunciare quattro persone, tutti di etnia rom e componenti di due nuclei familiari che, nel tempo, avevano occupato delle abitazioni Ater regolarmente assegnate e mai entrate in possesso dei legittimi proprietari. A finire nei guai sono stati un uomo ed una donna di 26 e 24 anni, nonchè un 23enne ed una 24enne (tutti già censiti per reati in materia di stupefacenti, contro il patrimonio e relativi al C.D.S.), perché responsabili di “invasione di terreni o edifici”. I carabinieri e la Procura hanno accertato che ciascuna delle coppie di conviventi viveva abusivamente in un alloggio Ater situato nello stesso stabile, in piazza Vigili del Fuoco mentre le due abitazioni erano state legittimamente assegnate ad altri due nuclei familiari.        

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus, le prime ordinanze dei Sindaci ciociari: quarantena per chi arriva dal Nord

  • Cassino sotto choc, muore dopo un grave malore il professor Raffaele Di Mambro

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

  • Comandante della Polizia Locale muore durante la sfilata dei carri del carnevale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento