rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Cassino

Cassino, accusato di spaccio di cocaina: assolto un commerciante

L'uomo venne arrestato dai Carabinieri che lo trovarono in possesso di rilevante quantitativo di sostanza stupefacente ma che era per uso personale

Era accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nello specifico cocaina. Due giorni fa il Tribunale di Cassino ha assolto il quarantenne di Cassino che fu arrestato nel dicembre di 2 anni fa. In quella circostanza i militari dell’Arma effettuarono una perquisizione presso il suo negozio e all'interno della sua vettura trovarono un rilevante quantitativo di cocaina, poco meno di mezzo etto, occultato nel bagagliaio.  

In particolare, i militari dell'Arma notarono strani movimenti di soggetti già noti alle forze dell'ordine nei presso del negozio dell'accusato. Nel corso del processo dibattimentale, l'avvocato di fiducia, Francesco Malafronte, è riuscito ad evidenziare che, al contrario di quanto emergesse dalla notizia di reato e dai verbali di perquisizione e sequestro della sostanza stupefacente, redatta dai militari, non era emersa la prova dalla quale desumere che la cocaina sequestrata, al di là del quantitativo, sicuramente consistente, non fosse destinata ad un uso non esclusivamente personale.

Il Giudice, dopo la discussione delle parti, all'udienza del 23.12.2020, accogliendo integralmente la tesi difensiva sostenuta, ha assolto l’imputato con formula piena “perché il fatto non costituisce reato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, accusato di spaccio di cocaina: assolto un commerciante

FrosinoneToday è in caricamento