Cassino, beccati in auto con un lungo coltello e con due targhe false

Questa la scoperta della polizia dopo aver ispezionato un mezzo con all’interno due giovani cittadini polacchi

Troppe le cose che non tornavano nel racconto di due polacchi di 27 e 30 anni fermati in autostrada dagli operatori della Sottosezione Polizia Stradale  di Cassino, nei pressi del chilometro 686 della carreggiata sud nel territorio del comune di Mignano Monte Lungo (CE) a bordo di un autocarro Ford Transit.

L’accertamento il nervosismo

Ad un primo accertamento non emergevano pendenze a carico degli occupanti e del veicolo, ma ad un più approfondito esame emergeva che non erano presenti bagagli personali nell’abitacolo nonostante gli stessi avessero dichiarato di essere turisti diretti a Napoli ed entrati in A/1 da Cassino, come da biglietto di ingresso autostradale.

Il coltello e le targhe

Gli occupanti iniziavano a mostrare nervosismo che insospettiva ulteriormente gli operatori, procedevano quindi immediatamente a perquisizione, che dava esito positivo, rinvenendo nelle tasche dei pantaloni del primo un coltello a serramanico aperto lungo 21 cm. Sotto il sedile anteriore dell’autocarro  venivano rinvenute due targhe italiane di ottima fattura probabilmente false intestate a veicolo appartenuto all’AVIS Autonoleggio con sede a Roma con cessata circolazione per esportazione nel 2001.

Il materiale citato veniva sequestrato e il veicolo sottoposto a fermo amministrativo perché non in regola con le norme per la revisione dei veicoli, i due occupanti venivano deferiti all’Autorità Giudiziaria rispettivamente: il 27enne per possesso di arma bianca e possesso di targhe false; il 30enne per possesso di targhe false.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento