Cassino, Diego Armando Maradona assolto: era stato denunciato da Equitalia

A scagionare il Pibe de Oro è stato il Giudice per le Udienze Preliminari, il magistrato Salvatore Scalera

Il Pibe de Oro, ex campione del mondo, il calciatore Diego Armando Maradona, è stato prosciolto dal Gup del tribunale di Cassino, Salvatore Scalera. L'indimenticabile numero 10 del Napoli era accusato di diffamazione aggravata ai danni di Equitalia. Il magistrato del palazzaccio di piazza Labriola l'ha assolto con la formula "perché il fatto non costituisce reato". Stessa decisione è stata presa per il suo avvocato storico, Angelo Pisani, anch'egli finito al vaglio del giudice di Cassino. 

La ricostruzione della vicenda

L'ex stella del Napoli, secondo l'impianto accusatorio, nel corso di una intervista aveva rilasciato dichiarazioni offensive "della reputazione di Equitalia Spa e del presidente dell'epoca, Attilio Befera". L'inchiesta, che fa riferimento a fatti accaduti nel giugno del 2012, era nata a Roma ma il tribunale capitolino si era dichiarato incompetente e aveva trasmesso gli atti alla Procura di Cassino, in quanto un mensile locale aveva per primo ripreso l'intervista a Maradona in cui, raccontando del suo contenzioso con l'erario italiano, chiedeva "un fisco giusto e dal volto umano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento