rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Cassino

Cassino, si rifiutano di accompagnare un ragazzino disabile in bagno: denunciata preside e due collaboratrici

Il gravissimo episodio si è verificato in una scuola superiore della città martire. Le indagini dei carabinieri hanno conferrmato quando dichiarato dai genitori disperati

Si sono rifiutati di accompagnare in ragazzo disabile in bagno. Lo hanno lasciato patire l'esigenza di dover urinare perchè 'non di loro competenza'. Le conseguenze di queste gesto, avvenuto a novembre in una scuola superiore di Cassino, sono state visibili ai genitori dello sfortunato ragazzo una volta tornato a casa: i pantaloni bagnati e fortemente provato. Un fatto gravissimo che ha indotto la madre del ragazzo vessato e bistrattato a sporgere denuncia contro il dirigente scolastico dell'Istituto e contro due collaboratrici.

La denuncia e le indagini

I carabinieri del capitano Ivan Mastromanno e del luogotenente Gennaro Raucci hanno indagato per settimane unitamente alla Procura fino a quando i tre indaganti non sono stati denunciati per “omissione di atti d’ufficio”. Secondo quanto appurato dai militari dell'Arma l'alunno disabile al 100%  e con grave ritardo cognitivo, residente nel Cassinate, non veniva sostenuto neanche nel lavarsi le mani.

Lo sconforto dei genitori

Una situazione di estremo degrado umano che ha portato i Carabinieri ad acquisive inconfutabili elementi di colpevolezza nei confronti di due collaboratrici scolastiche che si erano rifiutate di accompagnare in bagno e occuparsi dell’igiene personale del giovane nonché, nei confronti del dirigente scolastico, per aver omesso di esercitare il dovuto controllo dei compiti specifici delle collaboratrici. I genitori dell'adolescente stanno valutando l'ipotesi di iscrivere il ragazzo in un altro Istituto dove umanità e comprensione verso i deboli sono cosa primaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, si rifiutano di accompagnare un ragazzino disabile in bagno: denunciata preside e due collaboratrici

FrosinoneToday è in caricamento