Ladri rubano in casa di una coppia di avvocati: scarno il bottino ma tanti i danni

I malviventi sono entrati in azione in una zona periferica di Cassino. Camere a soqquadro e oggetti distrutti. Raddoppiati i controlli dei Carabinieri ma il territorio è troppo vasto.

Hanno aspettato che i padroni di casa, una coppia di avvocati, uscissero per delle commissioni e poi sono entrati in azione. Nel pomeriggio di ieri una banda di ladri ha preso di mira l'abitazione dei noti professionisti situata in una zona periferica di Sant'Angelo in Theodice a Cassino. In meno di un'ora sono riusciti a portare via qualche monile e poche centinaia di euro ma in casa hanno lasciato la devastazione. Un copione già visto per tutti coloro che si sono ritrovati ad essere presi di mira dai ladri.

Falso allarme e paura

E furti o tentati furti si sono registrati in via Patini, in via Caira e nelle zone circostanti via Selvotta. Tanti i controlli da parte dei Carabinieri che hanno rafforzato la presenza su strada anche con pattuglie in borghese ma il.territorio che rientra sotto la Giurisdizione della compagnia di Cassino è troppo vasto e presenta zone completamente isolate e difficili da raggiungere in tempi celeri. Per questo motivo il. sindaco di Cassino Enzo Salera, di comune accordo con gli altri colleghi del circondario, si è fatto promotore di una richiesta inoltrata al prefetto di Frosinone, Ignazio Portelli, nella quale rappresenta la necessità di confronto tra Istituzioni civili e militari per cercare di dar vita ad lavoro di controllo sinergico. Cassino, infatti, pur avendo presidi di legalità come Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia, è quasi priva del corpo della Polizia Locale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uso dei social

Ad onor del vero sono mesi che la Prefettura dispone controlli e servizi interforze proprio per cercare di fronteggiare un fenomeno che è diffuso in tutta Italia ma che, rispetto agli anni passati, almeno per quanto riguarda Cassino, sembra essere in diminuzione. I dati parlano chiaro ma l'esasperazione dei cittadini, già fortemente provati dall'emergenza Coronavirus, è divenuta ormai palpabile anche e soprattutto attraverso i social che spesso, a causa di un uso distorto e fuorviante da parte di alcuni udenti, sono volano di false notizie che fanno crescere la psicosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento