Cronaca

Cassino, incidente mortale in via Belvedere: la Procura sequestra l'area

Il magistrato Alfredo Mattei ha aperto un'indagine sullo stato di percorribilità e messa in sicurezza dell'arteria dove una settimana fa è deceduto Antonio Cavaliere di soli 34 anni.

La morte di Antonio Cavaliere, l'imprenditore di 34 anni deceduto nella tarda serata di martedì 16 febbraio, è tutta da chiarire. Il giovane, alla guida di una Lancia Y stava percorrendo via Belvedere a Cervaro quando, in prossimità di una curva, avrebbe perso il controllo andando a sbattere contro una quercia. Nonostante i soccorsi, però, per l'uomo, sposato e con tre figli in tenerissima età, non c'è stato nulla da fare.

La denuncia

A far scattare le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Alfredo Mattei, sono state alcune anomalie emerse durante i rilievi effettuati dai Carabinieri del Norm della Compagnia di Cassino. I militari del capitano Giuseppe Scolaro hanno immortalato la scena dell'incidente nell'immediatezza dei fatti ma poi, come denunciato dai familiari nelle ore successive, sul luogo dello schianto sarebbe comparso come per magia un segnale stradale che indicava la pericolosità di quel tratto. Questo è il 'mistero' che la Procura intende chiarire come da chiarire c'è anche il posizionamento di un guard-rail fuori norma che non ha tutelato il povero automobilista dall'uscita di strada. La strada è di compentenza dell'Ente Provincia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, incidente mortale in via Belvedere: la Procura sequestra l'area

FrosinoneToday è in caricamento