Cronaca Cassino

La città 'abbraccia' la Madonna dell'Assunta, in centinaia all'Incoronazione tra momenti di dolore e lacrime di speranza

Nel rispetto delle norme anti-covid si è svolto il tradizionale rito di ringraziamento alla Vergine Madre. Il vescovo Antonazzo ha voluto accanto a se, la madre di un giovane ucciso dal Covid e il sindaco Salera in rappresentanza delle 57 vittime della Pandemia

Le polemiche dei giorni scorsi si sono sciolte come neve al sole davanti alla maestosita ed alla grande fede dei cassinati nei confronti della Madonna dell'Assunta. In centinaia hanno preso parte questa mattina, in piazza Corte, nel rispetto delle norme anti-Covid, alla cerimonia di Incoronazione presieduta dal vescovo della diocesi di Aquino-Cassino-Sora-Pontecorvo, monsignor Gerardo Antonazzo. E nonostante le temperature torride e il sole a picco, i fedeli con grande compostezza e rispetto hanno reso omaggio alla Vergine Madre.

Una funzione all'insegna delle lacrime, del dolore, della commozione e anche della speranza, quella che ha visto accanto a don Antonazzo anche il sindaco di Cassino, Enzo Salera e la signora Anita, madre di un giovane deceduto a causa del Covid. Una presenza fortemente voluta dal Vescovo perché entrambe le figure rappresentano, ognuno nel loro singolo ruolo, la città ed i cassinati.

Una madre afflitta dal dolore per la morte del figlio a causa del Covid è l'immagine di una Cassino che, seppur colpita dalla pandemia, continua ad affidarsi a colei che la Madre di tutti, a colei che si è fidata di Dio anche nei momenti di difficoltà nella propria vita personale. Questa mamma ha voluto rappresentare le 57 famiglie cassinati segnate dall'ingiusto lutto. La presenza del sindaco Salera ha rimarcato invece ed ancora una volta quell' indissolubile legame tra il popolo Cristiano di Cassino e la regina di tutti i Santi che neanche il secondo conflitto mondiale ha saputo cancellare.

Nei giorni scorsi una serie di polemiche, partite dopo l'avvio di una raccolta firme affinchè l'incoronazione tornasse ad essere compiuta dall'abate di Montecassino, avevano reso il clima ancor più 'rovente' di questa calda estate. Ma a chiarire ogni questione anche inerente il ruolo di Montecassino nello svolgimento dell'attività religiosa, è stata la Curia che si è appellata al documento firmato da Papa Francesco e che pubblichiamo qui sotto. Documento Papa Francesco-4

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città 'abbraccia' la Madonna dell'Assunta, in centinaia all'Incoronazione tra momenti di dolore e lacrime di speranza

FrosinoneToday è in caricamento