menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Indagine sul Cosilam, sequestrati i telefoni di Mario Abbruzzese ed Annalisa D'Aguanno

La Guardia di Finanza e la Polizia di Stato hanno dato esecuzione ad un provvedimento richiesto dalla Procura di Cassino. Il presidente e il direttore del Consorzio Industriale del Lazio Meridionale, indagati unitamente a Pietro Zola, Francesco Mosillo e Umberto Satini.

I telefoni cellulari del presidente del Cosilam, Mario Abbruzzese e del direttore Annalisa D'Aguanno, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza e dalla Polizia di Stato su provvedimento della Procura di Cassino. Entrambi, unitamente a Pietro Zola, ex presidente, Francesco Mosillo, vice presidente e Umberto Satini consigliere del CDA, sono indagati per diverse ipotesi di reato nell'ambito dell'inchiesta riguardante le nomine al Cosilam. L'importante atto giudiziario è arrivato a termine di un lungo interrogatorio al quale i due sarebbero stati sottoposti al cospetto del magistrato titolare della delicata inchiesta, il sostituto procuratore Alfredo Mattei su imput del procuratore capo Luciano d'Emmanuele. Le indagini sono scattate dopo che, in un esposto presentato alla Guardia di Finanza del Gruppo di Cassino, si denunciavano presunte anomalie nell'assunzione del direttore del Consorzio Industriale del Lazio Meridionale e nella nomina del presidente Mario Abbruzzese.

L'acquisizione atti

Lo scorso mese di novembre, la Guardia di Finanza e la Polizia di Stato - squadra informativa - hanno acquisito documenti inerenti le nomine dei vertici del Consorzio dello Sviluppo Industriale del Lazio Meridionale. Oltre che negli uffici del Consorzio gli investigatori del tenente colonnello Salvatore Rapuano, comandante del Gruppo della Guardia di Finanza di Cassino e quelli del vice questore Raffaele Mascia, dirigente del commissario di Polizia e del commissario Crescenzo Pittiglio, hanno acquisito documenti anche all'interno di un'agenzia interinale con sede a Cassino. Mario Abbruzzese e Pietro Zola sono difesi dall'avvocato Sandro Salera, Annalisa D'Aguanno dall'avvocato Piero D'Orio, Francesco Mosillo dall'avvocato Gianrico Ranaldi mentre Satini sarà assistito dall'omonimo avvocato Satini di Pontecorvo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento