Cronaca Cassino

Cassino, integrazione e vivibilità con il progetto Sprar: profughi al lavoro per il decoro urbano

Al via la potazione delle piante in piazza San Giovanni con l'aiuto dei tanti ospiti stranieri di alcune cooperative sociali

Hanno preso il via a Cassino gli interventi di sfoltitura, per motivi igienico sanitari, degli alberi in zona San Giovanni. Al lavoro gli uomini del settore manutenzione e i ragazzi del progetto Sprar impiegati già da qualche tempo nei lavori per il decoro urbano della città di Cassino.

L'utilità del progetto

"Il servizio di manutenzione delle aree verdi assicura l'igiene, il decoro e la fruibilità di parchi e giardini da parte dei cittadini - ha fatto sapere l'assessore ai Lavori Pubblici Dana Tauwinkelova -. Con gli interventi di oggi ci prendiamo cura degli spazi circostanti l'area gioco di Piazza San Giovanni, frequentata ogni giorno da tante famiglie con bambini. Nei prossimi giorni saranno previsti interventi simili anche in altri quartieri della città. Voglio ringraziare sentitamente tutti gli operari che quotidianamente svolgono un grande servizio per riuscire a dare alla cittadinanza un ambiente sempre più pulito e decoroso. Un grazie speciale anche a tutti ragazzi del progetto Sprar che oggi hanno lavorato insieme agli uomini del settore manutenzione per quanto concerne gli interventi di sfoltitura in piazza San Giovanni".

Solidarietà e integrazione

Come previsto nel protocollo d'intesa, siglato tra il Comune di Cassino e la cooperativa Ethica che, gestisce il Sistema di Protezione per i richiedenti Asilo nella nostra città.

“Come avevamo anticipato a rotazione trimestrale, 6 ragazzi stranieri interverranno su alcuni luoghi sensibili della città, in primis la Villa comunale, il cimitero e le scuole, con lavori di giardinaggio o tinteggiatura, per contribuire al decoro cittadino. – ha detto invece l’assessore alle Politiche Sociali, Benedetto Leone – Oggi hanno lavorato al fianco degli operai del settore manutenzione per quanto concerne la sfoltitura degli alberi. Anche questa è un’ulteriore forma di integrazione. Tutti insieme per contribuire a migliorare la nostra città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, integrazione e vivibilità con il progetto Sprar: profughi al lavoro per il decoro urbano

FrosinoneToday è in caricamento