Cronaca Cassino

Cassino, Incendio alla Legni Sud: la Procura autorizza la rimozione e la bonifica dell'azienda

La procedura, che sarà svolta in estrema sicurezza da una ditta specializza, prevede anche lo smaltimento di parte della copertura in eternit. La perizia svolta su incarico del magistrato esclude qualsiasi forma di inquinamento

L'azienda Legni Sud di Cassino che dieci mesi fa è andata distrutta da un violento rogo potrà rimuovere le macerie e avviare la bonifica dell'area. Ad autorizzare la procedura di smaltimento è stata la Procura di Cassino dopo che la perizia effettuata da un esperto ha escluso qualsiasi forma di inquinamento. Il titolare della fabbrica specializzata nella produzione di legno Mario Di Carlo, in una nota stampa spiega con quale procedura avverrà la rimozione anche di lastre in amianto.

La lettera

"Lo sciacallaggio sui social non appartiene alla nostra gente. Le bugie, le mezze frasi, le allusioni, non fanno parte del nostro DNA e per questo motivo, prendendo carta e penna, abbiamo voluto chiarire quanto sta accadendo in queste ore. Abbiamo appreso che è stata data diffusione ad una notizia secondo la quale i residenti nelle abitazioni confinanti con la nostra attività sarebbero stati inconsapevolmente esposti negli ultimi mesi al rischio di inalare sostanze cancerogene. La notizia diffusa è assolutamente infondata e chi si è fatto artefice di una simile calunnia e di un evidente procurato allarme, ne risponderà dinanzi alle opportune sedi. 


Tuttavia, al fine di rendere una corretta informazione agli abitanti della zona in cui anche noi viviamo e lavoriamo quotidianamente, riteniamo opportuno esporre quanto accaduto.
A seguito dell’incendio che ha devastato la nostra attività, il tetto in eternit posto a copertura del capannone centrale è crollato. Abbiamo richiesto tempestivamente all’Autorità giudiziaria l’autorizzazione ad accedere all’area per eseguire le campionature dell’aria e dei materiali. Le analisi eseguite hanno accertato l’assenza di fibre aerodisperse e non hanno evidenziato situazioni di inquinamento in atto o comunque presenza di fonti analiticamente quantificabili di aerodispersione di polveri e/o fibre di amianto. Le risultanze delle analisi di laboratorio sono state consegnate alle Autorità preposte intervenute sul sito aziendale ed in particolare all’Arpa e al Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato intervenuto su incarico della Procura. Nessuna violazione e/o inosservanza è stata rilevata né contestata. 

Successivamente abbiamo avviato l’iter amministrativo per procedere alla demolizione e bonifica dell’area ed ottenuto le necessarie autorizzazioni per l’esecuzione dell’intervento con impresa specializzata che procederà in questi giorni all’esecuzione dei lavori in osservanza del piano di sicurezza approvato dalla ASL competente. A scopo precauzionale abbiamo provveduto a dare comunicazione dell’inizio lavori alle abitazioni confinanti invitando gli occupanti a mantenere le finestre chiuse, i condizionatori spenti e a non sostare nella zona prospiciente l’area di intervento durante l’esecuzione dei lavori. 

Incomprensibilmente alcuni confinanti, anziché prestare collaborazione e manifestare interesse alla bonifica dell’area, hanno diffuso notizie allarmanti ed infondate nel tentativo di impedire e rinviare l’esecuzione dei lavori e ciò, presumibilmente, al solo scopo di danneggiare e creare nocumento alla nostra azienda che, da oltre 40 anni, esercita la propria attività nel rispetto delle norme giuridiche e soprattutto civili. Siamo fortemente amareggiati per il modo in cui taluni stanno tentando di strumentalizzare la sciagura che ci ha colpiti e dalla quale stiamo tentando con forza di risollevarci e non possiamo continuare a tollerare attacchi che procurano danno alla nostra immagine e soprattutto alla nostra comunità cui siamo profondamente legati. Speriamo, nell’interesse di tutti, di aver chiarito quanto accaduto e di poter tornare al più presto a dedicare le energie alla nostra azienda affinché riparta con il necessario slancio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, Incendio alla Legni Sud: la Procura autorizza la rimozione e la bonifica dell'azienda

FrosinoneToday è in caricamento