Cassino, leone in marmo danneggiato: nessun atto vandalico ma solo un incidente

Il conducente di un'Alfa dopo aver preso il controllo è andato a finire contro la scultura. Dopo l'ondata di sdegno e le critiche apparse sui social si è presentato dai carabinieri accompagnato dalla madre. Pagherà i danni.

Nessun atto vandalico ma solo un incidente provocato molto probabilmente da un colpo di sonno. Ha un nome ed un volto colui che nella notte tra il 31 dicembre ed il primo gennaio, in piazza Corte, ha abbattuto uno dei due leoni in marmo posizionati davanti l'ingresso del Palagio Badiale, sede della Curia Vescovile. Si tratta di un giovane che si è presentato dai carabinieri, accompagnato dalla madre, ed ha ammesso quanto fatto. Lo stesso dopo aver raccontato la sua versione si è anche assunto la responsabilità di pagare i danni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento