Cassino, 'maìtress' arrestata dalla Polizia: faceva prostituire una ventenne

Il blitz in via Sferracavalli ha consentito agli investigatori del vice questore Alessandro Tocco di scoprire una casa di appuntamenti in piena regola

Un blitz antidroga ha consentito al personale del Commissariato di Cassino di scoprire una casa di appuntamenti in via Sferracavalli. Quando gli investigatori del vice questore Alessandro Tocco hanno suoato alla campanello si aspettavano di trovare dei pusher. Invece ad aprire la porta ai poliziotti è stata una donna di nazionalità cinese di 36 anni, mentre in una stanza da letto, con luci soffuse, c'era una sua connazionale, di venti anni, in abiti succinti.

I fatti

Il rinvenimento nel corso della perquisizione di numerosi profilattici, di 10 telefoni cellulari e di una ricevuta di pagamento per l’inserzione di un annuncio per incontri “hard” su un quotidiano locale, non ha lasciato adito a dubbi sull’attività di prostituzione che si svolgeva in quell'appartamento.

La confessione

A dare conferma ai sospetti degli investigatori è stata la ragazza trovata nella camera da letto e che ha confessato alla Polizia di essere arrivata da Firenze soli 4 giorni fa, dopo avere risposto ad un annuncio in cui si offriva lavoro a Cassino come massaggiatrice e di essere irregolare sul territorio nazionale.
Giunta nel frusinate ed accolta dalla connazionale, proprio quest’ultima le ha detto che avrebbe dovuto offrire prestazioni anche sessuali ai clienti, chiedendo loro un compenso di 50 euro ed ottenendo per se, ad ogni incontro, 10/15 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arresto

La “maitresse” è stata arrestata per i reati di sfruttamento della prostituzione ed impiego di lavoratori stranieri non in regola con il permesso di soggiorno; il processo per direttissima sarà celebrato nella giornata di domani.
Alla cittadina cinese, non in regola con il permesso di soggiorno, è stato invece notificato un ordine di allontanamento dal territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento