Donna rom occupa appartamento di un anziano deceduto, i vicini si ribellano: scoppia la baraonda

Una donna presente allo scontro è rimasta ferita da un pugno. La situazione fuori controllo ha richiesto l'intervento di Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza

Momenti di grande tensione attorno alle 22:30 di ieri 10 luglio nel quartiere Colosseo di Cassino dove una donna di etnia roma di 24 anni con una bimba di 11 mesi, ha occupato un alloggio di proprietà dell’Ater di Frosinone il cui precedente locatore era da poco deceduto. La donna del luogo già censita per inosservanza provvedimenti autorità e reati in materia di stupefacenti è stata denunciata per per il reato di “invasione di edifici” . 

Una situazione fuori controllo

A tale occupazione, si erano opposti alcuni residenti del quartiere con i quali è iniziato un acceso litigio, motivo per il quale era stato richiesto l’intervento dei militari operanti che sono giunti sul posto unitamente a quelli del locale Commissariato di P.S..

Informazioni raccolte successivamente hanno fornito ulteriori dettagli dell'episodio. Nel corso nella discussione la madre della occupante, una donna di 47 anni, già censita per usura, reati in materia di stupefacenti ed altro, ha iniziato a minacciare i presenti prima con parole poi estraendo dalla borsa un coltello a serramanico, tentando di avvicinarsi verso il gruppo di persone che si stavano opponevano all’occupazione. La stessa è stata prontamente bloccata e disarmata dai militari operanti, che hanno sequestrato il coltello.

Denunciata la madre dell'occupante

Ma la 47enne è riuscita comunque a colpire con un pugno un’altra donna presente, tanto da provocarle delle ferite giudicate guaribili dai sanitari del nosocomio  di Cassino in 7 giorni s.c..  Vani sono stati i tentativi di far uscire la 24enne dall’abitazione, per cui visto che era in atto un possibile turbamento dell’ordine pubblico, la Questura di Frosinone ha disposto la vigilanza in loco con l’impiego di una pattuglia dei Carabinieri ed una pattuglia della Polizia di Stato. Espletate le formalità di rito, la 47enne veniva deferita in stato di libertà, per “porto ingiustificato di armi bianche e minacce gravi”.

Occupazione e spaccio

Il fenomeno dell'occupazione sta diventando una vera piaga anche per il comune di Cassino. Sempre più spesso i familiari delle persone decedute o che hanno bisogno di assentarsi perché ricoverati in ospedale, sono costretti a turno a dormire all'interno dell'appartamento per scongiurare che qualcuno nel frattempo se ne impossessi. Non solo occupazione ma anche spaccio, con i quartieri che una volta 'invasi' diventano nuove piazze per la vendita di droga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il giudice di Pace di Frosinone annulla le multe emesse durante la quarantena

  • Coronavirus, ecco come si è arrivati ai cinque nuovi positivi, dopo il periodo 'Covid free'

  • Con la macchina contro un guardrail lungo la Casilina, a perdere la vita è stato Danilo Riccio

  • Bimba azzannata alla testa da un cane, trasferita a Roma in elicottero

  • Valmontone, la banca gli chiede 14 mila euro, lui si oppone e vince una causa con 18 mila euro di risarcimento

  • Troppa fretta di venire al mondo e Noemi nasce nel letto di mamma e papà

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento