Cassino, senza biglietto aggredisce prima il capotreno e poi la Polizia

Un uomo è stato bloccato, non senza fatica dagli agenti della Polfer mentre, una volta sceso dal convoglio, si è messo a passeggiare pericolosamente lungo i binari

Minacce e violenza a Pubblico Ufficiale e rifiuto di generalità dagli Agenti della Polizia Ferroviaria di Cassino, nel sud della provincia di Frosinone. A provocare scompiglio, sul treno regionale Campobasso - Roma è stato uno uomo straniero che si è messo ad infastidire i viaggiatori.

La richiesta di aiuto

Il capotreno ha richiesto l’intervento della Polizia Ferroviaria di Cassino per la presenza  a bordo  di un passeggero che senza biglietto stavano provocando problemi.
All’arrivo del treno in stazione, gli Agenti lo hanno individuato e alla richiesta di esibire i documenti di identità, l’uomo si è rifiutato iniziando ad inveire contro i Poliziotti.

Gli insulti

Insulti e scatti di ira violenti hanno messo in pericolo la sua stessa incolumità essendo vicino ai binari. Per questo l’uomo è stato accompagnato presso gli Uffici del Posto di Polizia Ferroviaria dove dopo aver effettuato gli accertamenti sulla sua identità è stato denunciato in stato di libertà.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento