rotate-mobile
Cronaca Cassino

Dieci anni da 'segugio' lungo le corsie dell'A1: il comandante Giovanni Cerilli lascia la Polizia

Il responsabile del distaccamento della Stradale di Cassino dal 1° febbraio in pensione ha assegnato alla Giustizia trafficanti, stupratori e malavitosi. L'omaggio della Regione Lazio

Una vita al servizio del prossimo indossando la divisa della Polizia di Stato e gli uitimi dieci anni passati a scovare criminali e dare aiuto a chi, lungo le corsie dell'A1, nel tratto compreso tra Ceprano e Caianello, si trovava in difficoltà. Il comandante Giovanni Cerilli, dal 1° febbraio 2022 è in pensione. Meritato riposo per un 'segugio' dell'investigazione che ha messo a segno brillanti operazioni e saputo gestire un'attività di prevenzione senza precedenti. 

Resta difficile per coloro che hanno l'indole delinquenziale attraversare il tratto dell'A1 che ricade sotto la giurisdizione della Polizia Stradale. Ne sono ben a conoscenza i tanti trafficanti e contrabbandieri di droga (500 chili di hashish) e sigarette (decine di migliaia di stecche) che in questi ultimi anni sono stati fermati ed arrestati dagli uomini dell'ispettore Cerilli. Umanità e rispetto hanno sempre contraddistinto il modo di gestire anche i rapporti con la stampa: mai una parola sgarbata, mai un rimprovero fuori luogo ben consapevolo del rispetto del lavoro altrui nonostante la drammaticitià di certi episodi. 

Ad avere parole di grande affetto per il comandante Cerilli oltre che il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli che ha consegnato al neo pensionato una targa della Regione, anche la sorella e la madre di Stanislao Acri, il giovane deceduto con la moglie Daria ed il figlioletto di pochi mesi, nel tratto di autostrada che ricade in territorio di Roccasecca. "In quei momenti orribili e che non auguriamo a nessuno - spiegano Francesca Acri e donna Lucrezia - abbiamo avuto il conforto degli agenti che ci hanno seguito e tutelato in ogni istante come padri e fratelli. E tra questi proprio il comandante Cerilli che si è preso carico del nostro dolore come se fosse il suo".

Spacciatori, ladri, automobilisti fuori controllo, truffatori ed anche un rapimento con stupro: i dieci anni di Cerilli hanno visto sempre il distaccamento della Polizia Stradale di Cassino in prima linea. Un solco che ci auguriamo possa essere seguito da chi andrà a sostituire Giovanni Cerilli, il comandante amico degli onesti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieci anni da 'segugio' lungo le corsie dell'A1: il comandante Giovanni Cerilli lascia la Polizia

FrosinoneToday è in caricamento