Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Cassino

Cassino, indagini Cosilam, ecco cosa è accaduto

Intervista all'avvocato Michele Nardone autore dell'esposto-denuncia in Procura

È stata aggiornata al 23 maggio l'udienza a carico dei cinque indagati nell'indagine Cosilam. Il Gip del tribunale di Cassino quindi tra una settimana prenderà visione della perizia svolta da un esperto di informatica, l'ingegner Cenci di Alatri sui telefoni dell'attuale presidente del Cosilam, dell'ex vice presidente, dell'ex presidente, dell'attuale direttore e di un ex componente del Cda. 

L'incarico al perito

Il dottor Scalera ha quindi dato incarico al perito di dare il via, a partire dallo scorso primo marzo, all'estrazione della copia forense del materiale contenuto negli smartphone dei cinque indagati. L'esperto ha avuto quaranta giorni di tempo per svolgere il suo lavoro. I telefoni cellulari passati al setaccio su disposizione del magistrato Alfredo Mattei, sostituto procuratore titolare delle indagini, nello spazio temporale che precede giugno del 2016 sono stati quelli del presidente del Consorzio Industriale del Lazio Meridionale, Mario Abruzzese, dell'attuale direttore del Cosilam, Annalisa D’Aguanno, ex consigliere regionale, comunale e provinciale di Forza Italia, di Francesco Mosillo, ex vice direttore del Cosilam ed ex consigliere comunale di Cassino, di Pietro Zola, imprenditore, ex presidente del Cosilam e attuale membro del Cda e dell'ex membro del Consiglio di Amministrazione, Umberto Satini.

Le indagini 

Le indagini partite dopo la denuncia dell'avvocato Michele Nardone, che aveva partecipato al bando rimanendo escluso, sono portate avanti dagli investigatori della Squadra Informativa del commissariato di Cassino e dal personale del Gruppo della Guardia di Finanza di Cassino. L'avvocato Nardone viene rappresentato, in qualità di parte offesa, dagli avvocati Valentina Madonna e Mosè De Rubeis. I cinque indagati vengono invece assistiti dagli avvocati Sandro Salera, Piero D’Orio, Armando Satini, Ermete Grossi, Gianrico Ranaldi, Armando Pacione e Vincenzo Vittorelli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, indagini Cosilam, ecco cosa è accaduto

FrosinoneToday è in caricamento