rotate-mobile
La prevenzione / Cassino

Cassino, pugno duro contro l'occupazione abusiva degli alloggi Ater

In tre anni la Polizia Locale ha liberato e restituito all'Ente ben 25 appartamenti

E’ in visione sull’albo pretorio del Comune l’aggiornamento della graduatoria per l’assegnazione degli alloggi popolari. Sono 191 cittadini che ne hanno fatto richiesta entro aprile dello scorso anno. La graduatoria definitiva, trasmessa per opportuna conoscenza all’Ufficio Casa della Regione e all’Ater di Frosinone, è stata predisposta dalla “Commissione assegnazione alloggi” ai sensi dell’art.4 del regolamento regionale vigente.

Il consigliere Fausto Salera, che segue la problematica con particolare impegno, ricorda che l’azione di contrasto all’occupazione abusiva messa in atto dall’Amministrazione comunale con la Polizia Locale, pur tra le oggettive difficoltà, ha consentito di “recuperare” e assegnare 4 alloggi nel 2021, 6 lo scorso anno e ben 15 dall’inizio di quest’anno a oggi. Alloggi che sono stati quindi assegnati agli aventi diritto scorrendo l’ordine di graduatoria. “La nostra amministrazione – ha detto Fausto Salera – si è data nuovi criteri per l’assegnazione delle case popolari sostituendo la vecchia delibera n.1 del gennaio del 2009, non più in linea con le necessità, oggi mutate, con nuovi requisiti. A partire dal requisito fondamentale relativo al limite di reddito annuo complessivo per l’accesso all’Edilizia residenza pubblica destinata all’assistenza abitativa”. Il consigliere ricorda che per chi trova difficoltà nella compilazione, gli uffici sono a disposizione per il necessario supporto. Ed ha aggiunto: “La casa è un diritto che non va negato, ma favorito, guardando alle persone veramente bisognose. Che sono tante, purtroppo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, pugno duro contro l'occupazione abusiva degli alloggi Ater

FrosinoneToday è in caricamento