Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

E' accaduto nel pomeriggio di sabato in via Casilina all'interno dello skate park. Vittime dell'aggressione due ragazzi residenti uno a San Cesareo in provincia di Roma ed uno nella Capitale

Foto di archivio

Botte da orbi e setto nasale fratturato per due quindicenni che sabato pomeriggio a Cassino sono stati picchiati a sangue da un gruppetto di bulletti. E' accaduto all'interno dello Skate Park di via Casilina. In base ad una prima ricostruzione dei fatti, ancora in fase di accertamento da parte dei Carabinieri della Compagnia di Cassino, sembrerebbe che i due ragazzi, residenti a San Cesareo in provincia di Roma ed arrivati a Cassino in treno per far visita a delle amiche, sarebbero stati picchiati da 'rivali' in amore. Insomma alla base del pestaggio ci sarebbe una vendetta.

I due romani, che hanno conosciuto le ragazze al mare, avrebbero involontariamente 'invaso' il campo sentimentale di alcuni giovanotti cassinati che hanno deciso di dar loro una lezione. A notare i ragazzi con il volto coperto di sangue che fuggivano inseguiti, è stata una pattuglia del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Cassino. Gli stessi militari hanno allertato l'Ares 118 che ha provveduto a trasportare i feriti in ospedale. Le indagini proseguono per dare un nome ed un volto agli aggressori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento