Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Cassino

Cassino ricorda i 57 cittadini deceduti a causa del Covid

La villa comunale ha ospitato la commovente cerimonia che si è conclusa con la messa a dimora di un albero e con la benedizione da parte del vescovo Antonazzo di una stele in marmo

Tutti insieme, uniti in un abbraccio virtuale, per ricordare chi a causa del Covid oggi non c'è più. Cassino ha voluto rendere omaggio alle 57 vittime della pandemia con una toccante cerimonia orgnizzata dal Comune e su proposta della famiglia di Gaetano Del Greco, il sottufficiale della Guardia di Finanza che per primo in città si è dovuto arrendere alla violenza del virus. 

A partecipare alla commemorazione, che si è svolta all'interno della Villa Comunale, oltre che il sindaco Enzo Salera e l'assessore Danilo Grossi anche il vescovo Gerardo Antonazzo, il direttore generale dell'Asl, Pierpaola D'Alessandro e il primario di Pneumologia, il dottor Bruno Mazzocchi. La messa a dimora di un albero ( è un "Ontano". Non è uno di quelli sempreverdi, stagionalmente perde le foglie, per ritornare a rimetterle nella stagione successiva), donato dal Parco degli Aurunci e la benedizione di una stele in marmo donata dall'imprenditore Pietro Zola, hanno fatto da cornice ad un momento di raccoglimento e dolore condiviso oltre che con i familiari delle vittime anche con una folta rappresentanza di medici ed infermieri del 'Santa Scolastica' di Cassino. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino ricorda i 57 cittadini deceduti a causa del Covid

FrosinoneToday è in caricamento