Cassino, saluto romano e insulti fascisti pubblicati sul web, tre persone sotto processo

La Procura di Cassino ha disposto il giudizio immediato anche per l'uomo che nel 2016, nella giornata dedicata alle vittime delle Foibe, si recò davanti al monumento ai Caduti di piazza De Gasperi con la bandiera della Repubblica Sociale Italiana inneggiando al Duce.

Quel saluto romano davanti al Monumento ai Caduti di piazza De Gasperi a Cassino è costato caro a tre uomini che sono stati dapprima indagati dalla Procura e che ora sono finiti sotto processo. I militanti di un partiuto di destra, nel giorno dedicato alle vittime delle Foibe, per protesta o per scherzo, decisero di arrivare in pieno centro stringendo tra le mani la bandiere della Repubblica Sociale Italiana. Poi davanti gli occhi allibiti di decine di cittadini salutarono romanamente i passanti. Quel braccio alzato dinanzi al luogo che ricorda le vittime della seconda guerra mondiale a Cassino, città medaglia d'oro per le sofferenza patite, è stato poi postato su Facebook con le seguenti frasi: “Siamo tornati. Italia proletaria è fascista in piedi. Lotta di popolo! Rivoluzione. Rivoluzione”. 

Le indagini

Fotografie e commenti che non sono passati inosservati ai carabinieri della Compagnia di Cassino e alla Procura che hanno aperto un'indagine. Una breve verifica ha portato all'identificazione di tre persone residenti tra Cassino e Pontecorvo che sono state denunciate perchè nelle foto e nel comportamento avrebbero espresso una “chiara propaganda ad un gruppo avente caratteristiche del disciolto partito fascista”. I tre, assistiti, dagli avvocati Mariano Giuliano e Ivan Caserta, saranno processati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il precedente

Nei giorni un altro scatto, riportante il saluto romano, ha fatto salire agli onori della cronaca nazionale il sindaco di San Giorgio a Liri, Modesto Della Rosa. Il primo cittadino durante una cerimonia religiosa ed indossando la fascia della Repubblica Italiana aveva risposto 'salutando romanamente' a tre giovani militanti. Modesto Della Rosa è stato denunciato dagli investigatori della Squadra Informativa del commissariato di Cassino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento