rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca Cassino

Si lancia dal balcone dopo essere stato salvato dai carabinieri due giorni fa. Era stato appena dimesso

Questa volta nessuno è riuscito a bloccarlo in tempo. Soccorso e trasferito al 'Santa Scolastica' di Cassino, pare non abbia riportato gravi conseguenze

Questa volta nessuno è riuscito a bloccarlo. Ha aperto la finestra e si è lanciato nel vuoto. Dal primo piano di casa. Un volo di quattro metri che ha provocato ad un 43enne di Cassino, con problemi depressivi, una frattura e qualche escoriazione ma nulla di grave. A rendere paradossale la vicenda è il fatto che, solo sabato mattina lo stesso era stato salvato dalla madre e dai carabinieri che lo avevano ripreso per i piedi mentre cercava di compiere l'insano gesto. 

Le dimissioni lampo

Una volta bloccato e adagiato su una barella per essere trasferito al 'Santa Scolastica', l'uomo è riuscito a divincolarsi ed a fuggire nei campi circostanti l'abitazione. Una volta raggiunto dai militari è stato tranquillizzato e trasferito in ospedale dove, però, è stato poche ore. Il tempo di qualche accertamento e poi sono arrivate le dimissioni. Fino a questa mattina quando il 43enne ha nuovamente messo in atto il piano suicida. La caduta nel vuoto non ha avuto drammatiche conseguenze fisiche ma la psiche del poveretto ha bisogno di un sostegno medico adeguato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si lancia dal balcone dopo essere stato salvato dai carabinieri due giorni fa. Era stato appena dimesso

FrosinoneToday è in caricamento