Cassino, tenta estorsione a danno di due commercianti fingendosi figlio di un ufficiale dei Carabinieri, fermato

Quattro poliziotti fuori dal servizio hanno notato l'atteggiamento anomalo di un giovane appena uscito da un negozio. Lo hanno fermato ad hanno scoperto gli episodi di criminalità

La Polizia

Un agente del Commissariato di Cassino nota un uomo che, con fare sospetto, si aggira in via Leopardi ed è ricercato per una serie di reati messi in atto negli ultimi giorni. Il malvivente, appena si accorge di essere attenzionato dal poliziotto, tenta una breve, quanto inutile fuga: viene prontamente bloccato anche grazie all’aiuto di altri due operatori, nel frattempo giunti sul posto. Le accuse nei confronti dell’uomo sono di tentata estorsione nei confronti di due esercenti cassinati, tentata rapina di un cellulare in danno di un minore, porto abusivo di oggetti atti ad offendere – trovato in possesso di un utensile per il “fai da te” - e millantato credito, in quanto si era spacciato per essere il nipote del Comandante dei Carabinieri. Scatta il fermo di polizia Giudiziaria. Gli agenti intervenuti erano tutti liberi dal servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento