Cassino, tentato omicidio Pinchera: agghiacciante aggressione. Gli autori restano in carcere

L'uomo sarebbe stato dapprima preso a sprangate e poi finito con diversi colpi di lama all'addome ed alla schiena. Ricoverato in gravi condizioni al policlinico 'Umberto Primo' è ancora in prognosi riservata

Sarebbe stato dapprima preso a sprangate e quando oramai era a terra, privo di conoscenza, sarebbe stato colpito con diverse coltellate. Questa la ricostruzione del tentato omicidio di Bruno Pinchera, il 36enne di Cassino che lotta tra la vita e la morte nel reparto di Terapia Intensiva del policlinico 'Umberto Primo' di Roma. A provocare ferite gravi all'addome ed ai polmoni dell'uomo sarebbero stati in quattro, tutti arrestati dai Carabinieri del Norm di Cassino dopo un'indagine lampo coordinata dal magistrato Maria Beatrice Siravo.

Gli arrestati

Alessio Di Silvio, la compagna Noemi Del Nobile, Francesca Di Silvio, sorella di Alessio ed il compagno di quest'ultima, Mario Cappabianca, secondo quanto accertato dai militari coordinati dal tenente Massimo Di Mario, avrebbero agito per vendetta. Ieri mattina il Gip ha convalidato il loro fermo e disposto per Alessio Di Silvio e Mario Cappabianca il trasferimento nel carcere di Cassino, per Noemi Del Nobile, in quello femminile di Rebibbia e per Francesca Di Silvio la detenzione domiciliare.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il giudice di Pace di Frosinone annulla le multe emesse durante la quarantena

  • Violento scontro su Via Casilina tra bus e Fiat 500, muore Fabrizio Cibba (foto)

  • Coronavirus, ecco come si è arrivati ai cinque nuovi positivi, dopo il periodo 'Covid free'

  • Il messaggio che mette paura: “attenzione, c’è una grossa Anaconda nel fiume”

  • La palpeggia e, dopo il "no", le spacca il setto nasale e va al bar: arrestato 44enne marocchino

  • Valmontone, la banca gli chiede 14 mila euro, lui si oppone e vince una causa con 18 mila euro di risarcimento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento