rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca Cassino

Cassino, tentato omicidio a San Bartolomeo, scarcerati i tre indagati

Il tribunale per il Riesame di Roma ha accolto il ricorso presentato dall'avvocato Mariano Giuliano ed ha anullato l'arresto carico di Matteo Di Silvio, Max e Francesco De Silva

Tentato omicidio a San Bartolomeo: i giudici del tribunale per il Riesame hanno annullato l'ordinanza di custodia cautelare a carico dei tre indagati. I fratelli Max e Francesco De Sllva, unitamente a Matteo Di Silvio, accusati di aver tentato di uccidere a colpi di pistola, nel quartiere periferico di Cassino, un giovane che vive in zona, sono tornati in libertà. Il tribunale speciale ha quindi accolta la richiesta avanzata dall'avvocato Mariano Giuliano, difensore di fiducia dei tre indagati. 

La vicenda

L'agguato, secondo quanto ricostruito dagli investigatori della sezione operativa della Compagnia di Cassino coordinati dal magistrato Alfredo Mattei, avrebbero sparato nei confronti di un venticinquenne per motivi economici, lo stesso si sarebbe 'appropriato' di una piazza di spaccio. 

Il video

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, tentato omicidio a San Bartolomeo, scarcerati i tre indagati

FrosinoneToday è in caricamento