Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Cassino

Cassino, usura ed estorsione ai commercianti: cinque condanne per l'inchiesta 'I Monatti'

L'unica assoluzione è arrivata in favore di Silvana Spada. L'avvocato Emanuele Carbone è riuscito a dimostrare l'estraneità della donna ai fatti contestati.

Il verdetto di sentenza del processo 'I Monatti' ha visto la condanna di cinque persone e l'assoluzione per l'unica donna coinvolta nel presunto giro di estorsione ed usura. Il componenti del collegio penale del tribunale di Cassino hanno quindi assolto Silvana Spada, difesa dall'avvocato Emanuele Carbone e condannato, seppur a pene inferiori rispetto a quelle chieste dalla pubblica accusa, il magistrato Emanuele De Franco, tutti gli altri indagati.

Il verdetto

La pena più alta è stata inflitta a Massimo Morra, condannato a sei anni di reclusione per i reati di usura ed estorsione. L'uomo è stato condannato anche al pagamento di una multa da mille ed ottocento euro. Cinque anni di reclusione sono stati inflitti a Giuseppe Sardelli, accusato di usura ed estorsione. Anche in questo caso è previsto il pagamento di una multa da 1500 euro. Tre anni di reclusione inflitti a Maurizio Sardelli, per il reato di usura. Assolto invece dall'accusa di estorsione. In questo caso la multa da pagare è di 6000 euro. Due anni di reclusione e 4000 euro di multa per Gianluca Russo e Gerardo Bottiglieri accusati di usura. Entrambi sono stati assolti dal reato di estorsione. Il collegio difensivo era inoltre composto dagli avvocati Gianrico Ranaldi e Mariano Giuliano

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, usura ed estorsione ai commercianti: cinque condanne per l'inchiesta 'I Monatti'

FrosinoneToday è in caricamento