Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Castrocielo, pino killer: Procura e Polizia Locale sul luogo della tragedia

Al via le operazioni peritali per ricostruire l'esatta dinamica del drammatico cedimento del grosso albero. Esperti di botanica hanno prelevato le radici e parte del tronco

La Procura di Cassino prosegue nelle indagine finalizzate a far chiarezza sulla morte di Antonio Russo e Rudy Colantonio, i due giovani schiacciati sotto il peso di un pino che si è abbattuto sull'auto nella quale viaggiavano, una Smart. E' accaduto lungo la regionale Casilina, in territorio di Castrocielo, lo scorso mese di ottobre. Per questo motivo sono partite le operazioni peritali sul luogo della tragedia alla presenza anche della Polizia Locale e di alcuni rappresentanti del Comune..  

Il controllo delle radici

Alla presenza degli avvocati delle parti civili e dei Ctu, l'esperto di botanica nominato dal magistrato Emanuele De Franco ha controllato lo stato delle radici del pino killer. Non solo. Sono stati prelevati i campioni di terra sulla quale l'albero pesantissimo e ultracentenario poggiava. Il sostituto procuratore, infatti, non intende tralasciare nulla pur di fare piena luce su questa assurda tragedia che ha piegato dal dolore l'intera comunità di Arce e che ha scioccato la provincia di Frosinone.

L'abbattimento dei tronchi

Con un'apposita ordinanza i sindaci del comprensorio, e quelli dei Comuni dove insiste il tratto di Casilina costellato di alberi ad alto fusto e di estrema grandezza, hanno ordinato l'abbattimento o il taglio. Questo per evitare, con l'arrivo del freddo e del vento, altre tragedie di questa portata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castrocielo, pino killer: Procura e Polizia Locale sul luogo della tragedia

FrosinoneToday è in caricamento