Due ladri di dispositivi medici colti sul fatto ed arrestati a tempo di record

E' accaduto nell'area di servizio Casilina Est a Castrocielo dove i malfattori, con un inibitore di frequenze, riuscivano ad aprire le automobili parcheggiate

Ladri di dispositivi medici arrestati dalla Polizia nell’Area di Servizio Casilina Est a Castrocielo. I due, entrambi poco più che ventenni e residenti in provincia di Napoli, sono stati bloccati mentre con fare sospetto di aggiravano tra le auto ed i mezzi parcheggiati. Qui sono stati colti con le mani nel sacco mentre, dopo aver forzato lo sportello di una Ford Mondeo, tentavao di portare via prodotti elettromedicali per un valore superiore ai 15.000 euro. La vettura risultava appartenere ad un medico diretto presso un ospedale romano.

La perquisizione

All’interno della macchina su cui poi sarebbero fuggiti i due ladri, gli agenti della sottosezione A1 della Polizia Stradale di Cassino, hanno rinvenuto un dispositivo interdittore di frequenza, utilizzato per aprire facilmente le autovetture, unitamente ad uno “scanner radio” per intercettare le frequenze radio “Polizia”, oltre ad un PC portatile con altri effetti personali, questi ultimi risultati precedentemente asportati nella mattinata da un veicolo in sosta nell’Area di Servizio Teano. I due sono stati tratti in arresto in flagranza per furto aggravato. 

L'inibitore di frequenze-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento