Castrocielo, al via gli accertamenti sul pino che ha schiacciato ed ucciso due ragazzi

La Procura ha nominato i periti che, entro breve, dovranno esaminare i resti dell'albero e della Smart sulla quale viaggiavano Antonio Russo e Rudy Colantonio

Le indagini sulla morte drammatica di Rudy Colantonio ed Antonio Russo sono entrate nella fase peritale. Il magistrato titolare dell'inchiesta, il sostituto procuratore Emanuele De Franco, ha dato incarico ad un ctu di verificare ogni singolo aspetto riguardante il pino che, lo scorso mese di ottobre, durante un violentissimo nubifragio, è precipitato sulla Smart con a bordo i due sfortunati giovani. I periti, che saranno supportati anche dagli esperti nominati dalle famiglie di Rudy e Antonio, rappresentate dall'avvocato Angelo De Siena, dovranno quindi verificare lo stato della corteccia e capire se un'eventuale manutenzione da parte degli Enti preposti avrebbe potuto evitare una simile tragedia. Sotto la lente degli esperti passeranno anche gli altri tre tronchi di pino abbattuti e sequestrati ed attualmente in custodia nel deposito giudiziario. 

La ricostruzione

Antonio Russo e Rudy Colantonio sono morti lo scorso 29 ottobre mentre, a bordo di una Smart, stavano facendo ritorno ad Arce dove entrambi lavoravano in un'agenzia di prestito. A causa delle violente raffiche di vento e della pioggia battente improvvisamente uno dei pini secolari, situati lungo la Casilina in territorio di Castrocielo, è caduto al suolo andandosi a schiantare contro la macchina con a bordo di due sfortunati imprenditori. Inutile ogni soccorso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le segnalazioni

Il sindaco di Castrocielo, Filippo Materiale, negli anni passati e alla fine della scorsa estate aveva sollecitato gli enti preposti all'abbattimento di quegli alberi, malati e pericolosi. Una richiesta caduta nel vuoto. Per questo motivo ora la Procura intende capire se la morte dei due ragazzi poteva essere evitata e se possano esserci state eventuali omissioni da parte di chi avrebbe dovuto disporre e mettere in atto una manutenzione più incisiva

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento