menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ceccano, maltratta madre e padre e distrugge con un bastone l'auto di famiglia, arrestato

A bloccare e trasferire in carcere un 46enne residente in città sono stati i Carabinieri allertati dagli stessi anziani. La donna è stata costretta a chiudersi a chiave in uno stanzino per evitare le botte

Ha aggredito e minacciato di morte i genitori e per questo è stato arrestato. A finire in carcere è stato un 46enne di Ceccano bloccato dai carabinieri per maltrattamenti nei confronti della madre e danneggiamento aggravato. L’uomo, durante un litigio familiare, in preda all’ira aveva tentato con calci e pugni di sfondare la porta della stanza dove la donna si era rifugiata e aveva danneggiato gravemente, con un bastone di ferro, l’autovettura del padre parcheggiata nelle pertinenze. Il tempestivo intervento dei Carabinieri permetteva di bloccare l’uomo che veniva, pertanto, tratto in arresto per “maltrattamenti in famiglia”. Lo stesso, a seguito di rito direttissimo celebratosi dinanzi all’Autorità Giudiziaria di Frosinone, dopo la convalida dell’arresto, è stato sottoposto alla misura restrittiva della detenzione in carcere e tradotto presso la Casa Circondariale di Vasto.

La prevenzione

Gli stessi militari, hanno tratto in arresto per “detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio” anche un 50enne di Ceccano, già noto alle Forze dell’Ordine per reati specifici. I militari, a seguito di prolungata attività di osservazione e pedinamento, avendo notato il predetto muoversi con atteggiamento sospetto, decidevano di procedere a suo controllo. La perquisizione d’iniziativa, eseguita presso l’abitazione dell’uomo, consentiva di rinvenire 380 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, occultata nell’armadio della camera da letto, unitamente a un bilancino di precisione, un trita erba e un coltello a serramanico ancora intriso di stupefacente, il tutto utilizzato per la preparazione e il confezionamento delle dosi. L’uomo, dopo la convalida dell’arresto, è stato posto in libertà in attesa di giudizio.

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento