Ceccano, preso giovane spacciatore con una mini “fabbrica” di droga in casa

Un 19enne del posto è stato arrestato. In casa sono stati rinvenuti 330 grammi di marijuana

Lo stupefacente recuperato dai carabinieri

Aveva messo su una sorta di mini fabbrica nella sua abitazione dove coltivava ed impacchettava la droga prima di venderla. Stiamo parlando di un 19 enne di Ceccano che nella ore scorse è stato scoperto dai carabinieri.

I militari lo hanno fermato nel corso di un servizio finalizzato alla repressione dei reati in materia di stupefacenti e lo hanno tratto in arresto in flagranza di reato per “detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio”. Il giovane, intercettato alla guida di un’autovettura e sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di 3 grammi circa di “marijuana”.

La successiva perquisizione estesa anche all’abitazione ha permesso di rinvenire all’interno del rustico interrato una piantagione di “marijuana” costituita da una serra dotata di termoventilatore e fertilizzanti  per la coltivazione delle piante nei vasi. I rami dello stupefacente, recisi dai vasi, erano stati appesi su dei fili per l’essiccazione.

Il narcotico, per complessivi grammi 330 di “marijuana”, è stato sottoposto a sequestro unitamente ad un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento (foto in alto). L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto agli arresti domiciliari presso la propria l’abitazione, in attesa dell’udienza per rito direttissimo che si terrà nella mattinata odierna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Cassino, bruciano le auto di un imprenditore: l'incendio è doloso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento