Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Ceccano

Ceccano, botte alla nuora e avvelenamento del cane, indagata una 52enne

La ragazza sarebbe stata picchiata perché cubana. Chiesto il rinvio a giudizio per la suocera che le avrebbe anche ucciso l'animale a cui era affezionata

Botte alla nuora cubana, suocera di 52 anni residente a Ceccano indagata per minacce e lesioni e maltrattamenti su animali. I  fatti risalgono a diciotto mesi fa quando la donna, che non aveva mai visto di buon occhio il matrimonio del figlio con la ragazza straniera, a seguito di una animata discussione avrebbe preso la nuora trentenne prima per i capelli e poi l'avrebbe percossa con schiaffi e calci. La ragazza era stata costretta a ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso del nosocomio frusinate i quali avevano stilato una prognosi di 13 giorni. La nuora cubana a seguito di quei fatti aveva fatto scattare la denuncia.

Avvelenato il cane

Lei, madre di due bambini molto piccoli che sovente assistevano alle aggressioni della loro nonna su di lei, non poteva più sopportare quella situazione. A questo c'è da aggiungere che la la suocera per farle dispetto le avrebbe addirittura avvelenato il cane a cui era molto affezionata. Il veterinario a cui si era rivolta aveva confermato che l'animale era morto per avvelenamento. 

Chiusura indagini

Nei giorni scorsi c’è stata la chiusura delle indagini preliminari. Il pubblico ministero alla luce degli elementi raccolti ha richiesto il rinvio a giudizio della 52enne per i reati di minacce, lesioni e maltrattamenti su animali. La vittima sarà difesa dall'avvocato Luca Solli del foro di Frosinone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceccano, botte alla nuora e avvelenamento del cane, indagata una 52enne

FrosinoneToday è in caricamento