Ceccano, la vacanza di Natale diventa un incubo per una bambina di 4 anni. Nonno orco condannato

I fatti risalgono a due anni fa quando la piccina, figlia di genitori separati si era recata per le vacanze natalizie dal padre. In quell'occasione la ragazzina aveva conosciuto l'imputato, un anziano settantenne genitore della nuova compagna del papà

Bambina di quattro anni abusata dal genitore della nuova compagna del papà. Questa l'accusa che ha fatto scattare la condanna per l'uomo un settantenne di Ceccano, a sette anni di reclusione (il pm Adolfo Coletta ne aveva richiesti otto).

I fatti e la violenza sessuale

I fatti risalgono a due anni fa quando la bambina figlia di genitori separati, si era recata a casa dle padre per trascorrere le vacanze natalizie. In quell'occasione aveva conosciuto anche il  genitore della nuova compagna del papà, un anziano di 70 anni residente a Ceccano. Davanti alla bimba l'uomo si era presentato come un nonno adottivo, di quelli che viziano i nipoti e che racconta loro le favole.

La bambina diventa sfuggente

Ma la piccina al rientro delle vacanze aveva cambiato atteggiamento, sfuggente e aggressiva, sovente usava frasi a sfondo sessuale. La madre impensierita per quella trasformazione aveva cercato di far parlare la figlioletta ma senza successo.  Soltanto dopo alcuni mesi la ragazzina si era aperta confessando alla mamma che il nonno le aveva tirato giù le mutandine e che l'aveva toccata nelle parti intime. Poi le aveva fatto vedere il suo organo sessuale. A quel punto la madre aveva fatto scattare la denuncia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La condanna

Nella tarda serata di ieri è arrivata la sentenza di condanna da parte del settantenne ceccanese. L'uomo era difeso dall'avvocato Calogero Nobile.  La madre si era costituita parte civile tramite gli avvocati Angela Caprio e Letizia Casale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Manette troppo strette: due agenti di Polizia penitenziaria a processo per lesioni contro un recluso

  • Ciclista ciociaro muore lungo la strada per Forca d'Acero

  • Coronavirus, bollettino 27 giugno: il Covid si riaffaccia in Ciociaria

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

  • Grave incidente in via Casilina: ferito elitrasportato d'urgenza a Roma

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento